Descrizione

Le occupazioni di suolo pubblico possono essere:

Temporanee (di durata inferiore all'anno), ad esempio per:
  -  installazione di ponteggi o altre attrezzature di cantiere (comunque di tipo tecnico, a servizio di un lavoro che non viene eseguito sulla strada quindi senza alterazione del suolo);
  -  trasloco, vuotatura di fosse biologiche, potatura piante e simili, quando l'automezzo necessario al lavoro deve sostare in aree in cui è normalmente vietata la sosta o quando è necessaria l'emissione di provvedimenti quali ordinanze di divieto di sosta o di transito;
  -  occupazione connessa ad alterazione del suolo pubblico temporanea (esempio: per riparazione di guasto su cavo);
  -  occupazione connessa ad alterazione del suolo pubblico per installazioni permanenti (esempi: per installazione di cavi sotterranei per servizi pubblici, di fosse biologiche o simili);
  -  installazione provvisoria di arredi ed attrezzature a servizio di una attività commerciale o di altra attività, quali tavolini, fioriere, compresi  stendardi pubblicitari e striscioni;
  -  occupazioni per manifestazioni.

Permanenti: occupazioni di carattere stabile, che prevedono l’utilizzazione continuativa, di durata uguale o superiore all’anno e comunque non superiore a 29 anni (Passo Carrabile) come disposto con l’art.27, comma 5, del D.lgs 30/04/1992, n.285 (Nuovo Codice della Strada).

Iter procedura

Presentazione della richiesta:

La richiesta di occupazione temporanea o permanente di suolo pubblico deve essere presentata all'Ufficio Tributi almeno 15 giorni prima della data presunta di inizio dell'occupazione, utilizzando l’apposito modulo da consegnare all'Ufficio Protocollo del Comune oppure trasmettere per pec a unionechiantifiorentino@postacert.toscana.it.

Per le occupazioni sulle strade regionali e provinciali e su quelle statali all'interno del centro abitato, prima di richiedere l'autorizzazione comunale è necessario richiedere anche il nulla osta alla Città Metropolitana di Firenze, che deve essere esibito al Comune.

Nel caso in cui sia necessaria l'emissione di un'ordinanza di divieto di sosta, l'autorizzazione e la copia dell'ordinanza devono essere ritirate in tempi utili all'Ufficio Polizia Municipale affinché il soggetto autorizzato possa apporre la segnaletica di divieto di sosta almeno 48 ore prima dell'inizio dell'occupazione.

Le autorizzazioni sono rilasciate dall'Ufficio Tributi, previo parere di altri uffici competenti per le varie tematiche.

Documentazione da allegare:

- disegno o planimetria della zona con l'indicazione dell'area oggetto dell'occupazione
- fotografia della zona o area interessata dall'occupazione, quando trattasi di occupazioni permanenti e/o occupazioni temporanee stagionali, come definite all'art.36 comma 1 e 2 del Regolamento per l’applicazione del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria e del canone mercatale”
- eventuale nulla-osta di altri Enti se previsto da norme di legge o regolamentari vigenti in materia
- n. 2 marche da bollo da € 16,00 fatte salve le associazioni o i soggetti che, per normativa vigente, devono presentare la domanda senza marche da bollo.

Ritiro dell'autorizzazione:

L'autorizzazione all'occupazione di suolo pubblico si ritira presso l’Ufficio Tributi (Piazza Matteotti n. n. 18 Tavarnelle Val di Pesa). 

Pagamento:

Le tariffe sono stabilite dall'Amministrazione con Deliberazione della Giunta Comunale n.66 del 29.04.2021. Il pagamento del canone avviene:
- in caso di occupazione temporanea, contestualmente al ritiro dell'autorizzazione
- in caso di occupazione permanente, tramite specifico avviso di pagamento inviato al richiedente.

Finché  il richiedente non ha ottenuto l'autorizzazione, non è autorizzato all’occupazione e pertanto è soggetto a sanzione ai sensi del Codice della Strada.

Proroga:

Per la proroga dell'autorizzazione è necessario presentare apposita richiesta presso l’Ufficio Protocollo:
- almeno 5 giorni prima della scadenza, in caso di occupazioni temporanee;
- almeno 15 giorni prima della scadenza, in caso di occupazioni permanenti.
Alla richiesta di proroga devono essere allegate n. 2 marche bollo da € 16,00 (ad esclusione delle associazioni o dei soggetti che, per normativa vigente, sono esclusi dall’applicazione dell’imposta di bollo).

Occupazioni d'urgenza:

Per far fronte a situazioni d'emergenza o per l’esecuzione di lavori urgenti, l'occupazione può essere effettuata prima di aver conseguito il formale provvedimento di autorizzazione e/o di concessione, che verrà rilasciato a sanatoria.
In tal caso l'interessato ha l'obbligo:
- adottare immediatamente le misure, in materia di circolazione stradale, previste dal Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada (art.30 e successivi DPR.16.12.1992 n.495)
- dare immediata comunicazione dell'occupazione all’Ufficio Polizia Municipale  e all’Ufficio Tecnico – Lavori pubblici e all'Ufficio Tributi, inviando richiesta in forma scritta.
L’interessato è tenuto inoltre a presentare domanda all’Ufficio Tributi per ottenere il rilascio della autorizzazione e/o concessione “a sanatoria” entro 5 giorni dall'inizio dell'occupazione.
Il Servizio competente provvederà ad accertare se esistevano le condizioni d'urgenza. In caso negativo verranno applicate le eventuali sanzioni di legge, nonché quelle espressamente previste dal vigente Regolamento.

 

 

Costi

Il pagamento può essere effettuato tramite PagoPA al link http://www.barberinotavarnelle.it/occupazione-suolo-pubblico-anni-2020-e-precedenti (per pagamenti relativi alle annualità 2020 e precedenti)

Informazioni

Altre informazioni importanti
L'apposizione della segnaletica a norma del Codice della Strada, della segnaletica di indicazione (divieto di sosta, divieto di transito, preavvisi di deviazione e simili) e quanto altro necessario a mettere in esecuzione l'occupazione, deve essere effettuata e mantenuta dal richiedente sotto la propria responsabilità.
Nel caso di alterazioni stradali, il ripristino successivo della sede stradale costituisce occupazione di suolo pubblico a tutti gli effetti, da richiedere nelle modalità sopra descritte, anche contestualmente alla domanda di autorizzazione all'occupazione di suolo pubblico per alterazione stradale.
Il periodo di tempo necessario per montare/smontare strutture temporanee quali giostre, tendoni, stands per sagre e simili, costituisce occupazione di suolo pubblico a tutti gli effetti e deve previsto nella richiesta di autorizzazione all'occupazione di suolo pubblico.
L'autorizzato deve esporre copia dell'autorizzazione presso l'occupazione di suolo pubblico.

Normativa di riferimento

Il "Regolamento canone per l'occupazione di spazi e aree pubbliche (Cosap)” è abrogato dal nuovo “Regolamento per l’applicazione del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria e del canone mercatale” approvato con Delibera di Consiglio Comunale n.17 del 29.03.2021, modificato con Delibera di Consiglio n. 43 del 27.05.2021.

Tuttavia il "Regolamento canone per l'occupazione di spazi e aree pubbliche (Cosap)” rimane operativo ai fini dell'accertamento delle fattispecie verificatesi sino al 31.12.2020.

Riferimenti e contatti

Ufficio
Ufficio Tributi
Referente
Claudia Ceccherini - Alessandra Corti - Roberta Borri
Responsabile
Roberto Bastianoni
Indirizzo
Piazza Matteotti n. 18
Tel
055 8052536 - 055 8052534 - 055 8052546
E-mail
c.ceccherini@barberinotavarnelle.it - a.corti@barberinotavarnelle - r.borri@barberinotavarnelle.it.it
Orario di apertura
martedì e giovedì 8:30 - 13:00 e 15:30 - 17:30 (su appuntamento)

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *